Sabato 15 ottobre

sono scese in campo gara le categorie juniores e seniores dell’Estate'83. La prima gara ha avuto inizio alle ore 14,30 con la categoria Seniores. L’Estate 83 è scesa in campo gara rappresentata da Susanna Rota, Nicole Cartella e Deborah Martinazzi. Grandi assenti Nicole Terlenghi e Camilla Romano: Nicole si sta preparando per affrontare la seconda prova di Campionato; Camilla invece sta pazientemente aspettando il momento di ricominciare il recupero a seguito dell'operazione a cui si è sottoposta due settimane fa. Buona anche se non del tutto veritiera la prestazione di Susanna Rota. Susanna paga lo scotto di una forma fisica non ancora recuperata e quindi affronta la prima competizione della stagione con un bagaglio tecnico incompleto. Una banale caduta in trave (suo cavallo di battaglia) le vede assegnare pt. 12,35 mentre il corpo libero, ancora troppo pieno di imprecisioni, le apporta pt. 12,80. Al volteggio Susanna, anche se non ancora pronta, presenta uno yurchenko avvitato che le fa meritare pt. 13,30; in parallela paga lo scotto di una caduta in un esercizio povero di esigenze (pt. 9,65). Susanna chiude così la competizione ai piedi del podio, meritando il quarto posto. Abbastanza buona anche la gara di Nicole Cartella: al termine della prova sarà lei stessa a fare una riflessione. “Credo di poter fare meglio la trave, ne sono all’altezza (pt. 10,65 con una caduta); il corpo libero mi ha soddisfatto anche se con qualche attenzione in più potrebbe rendere qualche decimo sul punteggio finale (pt. 12,90). La parallela è invece per me un problema in quanto non ci ho mai creduto, ho inserito un elemento tecnico in più ma serve altro (pt. 9,50). Il volteggio potrebbe diventare il mio cavallo di battaglia: l’avvitamento è quasi pronto, chissà... forse lo porterò alla prossima gara (pt. 13,55 per il teso presentato)”. Nicole chiude così la competizione alle spalle di Susanna, raggiungendo il 5° posto. La veterana dell'Estate'83 Deborah Martinazzi tenta il rientro nel Campionato di Categoria dopo l’infortunio al ginocchio e l’operazione subita lo scorso anno. La forma fisica non è ancora del tutto a posto e quindi anche il contenuto degli esercizi ne risente, non essendo completo. Qualche insicurezza di troppo la mette in difficoltà, soprattutto alla trave dove merita pt. 8,60. Al volteggio porta lo yurchenko carpiato che le fa meritare pt. 12,00; in parallela ottiene pt. 8,70 e al corpo libero pt. 11,80. Undicesima posizione per Deborah nel concorso generale. dopo le Seniores è il momento delle giovani Juniores: Rebecca Dotti, Giada Gavazzeni, Sofia Corda e Veronica Stefini. Buona la prestazione di Rebecca Dotti a tutti gli attrezzi: Rebecca è giovane ed ancora mancano quindi delle esigenze, anche se trave e corpo libero vengono ben eseguiti ed interpretati. In trave Rebecca esegue un esercizio senza sbavature, semplificato solo nell'esigenza dell'uscita, aggiudicandosi pt. 11,80; al corpo libero termina con una splendida esecuzione alla quale vengono riconosciuti pt. 12,90. Ancora povera di esigenze la parallela (pt. 10,20) mentre il volteggio le fa meritare pt. 12,75. Rebecca conclude la sua prima gara di stagione piazzandosi in 7° posizione. Giada Gavazzeni, con una gara stabile ma completa di esigenze solo alla trave, si aggiudica i seguenti punteggi: al volteggio con un tsukahara raggruppato merita pt. 12,35, in parallela pt. 9,70, in trave (con una caduta) pt. 11,20 e al corpo libero, molto elegante e preciso, si aggiudica pt. 12,55. 12° posto in classifica generale per Giada. Sofia Corda scende in campo gara con grande energia e con grande voglia di gareggiare. Anche per lei un programma non completo di esigenze agli attrezzi, molti elementi sono ancora in studio e quindi la possibilità di migliorarsi è vicina. Al termine della competizione questi sono i punteggi: al volteggio merita pt. 12,70 (tsukahara raggruppato), in parallela pt. 9,15, in trave (con una caduta) pt. 11,05 e a corpo libero pt. 12,35. Sofia si piazza così in 13° posizione. Veronica Stefini si presenta con un bagaglio tecnico migliorato e maggiore è anche la sicurezza da lei acquisita. Veronica paga lo scotto di non essere pulita nell’esecuzione degli esercizi. Anche per lei molti gli elementi tecnici pronti per essere inseriti, ma il lavoro principale da svolgere è sull’esecuzione (gambe, punte…). Al seguito i punteggi di gara: al volteggio si aggiudica pt. 11,50 (con una banale caduta), in parallela pt. 9,35, in trave pt. 10,45 e al corpo libero, eseguito con grinta e dinamismo, pt. 11,50. Veronica conclude la competizione piazzandosi in 14° posizione

| + -